Napoli - Sassuolo, sul biglietto da visita c'è scritto: vero amore



Tridente: Insigne fa 54 partite di fila, Mertens 200 presenze con la maglia del Napoli, Callejon segna il quinto gol in campionato, giusto la metà del belga. Il tridente compie un anno, ha infranto qualsiasi record e ispirato più di tutti la fantasia dei tifosi negli ultimi anni. È il biglietto da visita del Napoli calcio e di come la città intenda il gioco del futbol prima ancora dei tempi della Ma.Gi.Ca.. Succede al trio Insigne-Higuain-Callejon e a quello di mazzarriana memoria Hamsik-Cavani-Lavezzi. È sempre bel canto, direbbero Sergio Bruni ed Enrico Caruso. 

Il gioco delle coppie: è difficile stabilire chi siano i migliori in una prova corale che ha questi ritmi - 10 vittorie su 11 - ma Allan (8) e Ghoulam (7) sin dall’inizio di questa stagione stanno dando un contributo fondamentale. Il brasiliano, oltre la prestazione, oltre le caratteristiche - l’ariete del pressing napoletano - segna un classico gol all’Allan: se li va a prendere nella loro area. Quanto all’algerino, oltre lo stato di forma, oltre la consapevolezza, riconosciuta ormai da tutti, di essere tra i 5 terzini sinistri più forti in Europa, aggiunge un tiro di destro al volo che si stampa sul palo alla destra di Consigli: avrà vibrato per almeno dieci minuti. Il portiere, intendo. 
Viceversa Chiriches e Zielinski (10 in due) possono fare, come già scritto, molto di più. Non redimono e fondano la colpa i piedi buoni del rumeno: le sue distrazioni, la sua sufficienza. Non giustifica la giovane età il polacco che deve mostrare miglioramenti come tutta la squadra. Invece, pur cercando il minimo indispensabile, l’appoggio facile all’uomo vicino, sbaglia molto e cincischia e anche la fortuna, stavolta, gli manda un segnale: su un buon tiro becca tutti e due i legni prima che la palla finisca nelle mani del portiere avversario. 

Distrazioni: la sensazione di dominio può portare a momenti di distrazione o di sufficienza. Così si possono spiegare il bel gol del Sassuolo fabbricato da Politano e Falcinelli, nato però da un appoggio sbagliato di Reina, e i due legni colpiti dagli emiliani. Episodi all’interno di una partita dominata sotto ogni punto di vista - tanto palleggio e diverse occasioni - nonostante i nostri gol arrivino da due calci da fermo e da un palla rubata su errore di Sensi. Ma aumentare le soluzioni a disposizione, non ci dispiace affatto. 

Prezzi popolari e tifo aristocratico: quasi 55.000 mila spettatori ieri, stessi numeri per mercoledì. Prezzi differenti - da 9 a 40 euro le curve, da 25 a 90 la tribuna Nisida - stesso risultato: la festa è qui e si chiama calcio spettacolo e ci dispiace per gli altri che sono tristi e sono tristi perché non sanno più cos'è l'amor! Il vero amore

Undicesima di andata del campionato. Napoli - Sassuolo 3 a 1

[Il deserto dei leoni]

posted by Mauro Erro @ 07:57,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home






Pubblicità su questo sito